Succede sempre più spesso tra i giovani di scegliere di limitare l’apporto di cibo per compensare le calorie in eccesso fornite dall’alcol. La pericolosa nuova moda che dilaga tra i giovani si chiama drunkorexia.

Il termine drunkorexia  si riferisce a limitare le calorie o non mangiare affatto per prevenire l’aumento di peso causato dalle calorie provenienti da alcol e superalcolici.

Non solo, il bisogno di conformarsi è un’ulteriore spinta a limitare le calorie per non aumentare di peso. I giovani vanno incontro alla drunkorexia anche a causa della pressione reciproca, il cosiddetto bisogno di appartenenza. Gli adolescenti eccedono con il bere per potersi sentire come gli altri, accettati dal gruppo.

Per questi giovani, il desiderio di adattarsi e di risultare  attraenti significa, il più delle volte, poter decidere di mangiare meno, piuttosto che bere meno .

La preoccupazione per i chili in più e l’aspetto in generale hanno motivato entrambi i generi a mantenere le calorie sotto controllo e gli uomini hanno espresso più motivazioni alla drunkorexia, secondo i dati ufficiali. Anche gli uomini sentono la pressione sociale ad avere un certo aspetto e bere ancora in giovane età rappresenta nell’immaginario collettivo il machismo maschile, inoltre i media sono sempre più pressanti rispetto alle caratteristiche fisiche che un uomo deve avere. In sostanza gli adolescenti stanno cercando di conformarsi a ciò che la società richiede attraverso i media e i social network.  

Ecco i motivi principali ,secondo le ricerche, che inducono a favorire la riduzione di cibo in favore dell’alcol

I miei amici mi costringono a limitarmi nell’alimentazione.

I miei amici mi incoraggiano a limitare le mie calorie

Ti aiuta a goderti una festa.

Fa una “riunione sociale” più divertente.

Posso bere senza sentirmi fuori dai limiti

Per adattarsi a un gruppo

Perché anche i miei amici limitano le loro calorie

Per essere graditi

Perché è divertente

Cosa c’è in un episodio drunkorexic

La ricerca di Rose Marie Ward, PhD, of Miami University in Oxford, Ohio ha esaminato il comportamento drunkorexic durante il corso di un evento sociale. Lei e i suoi colleghi hanno trovato tre momenti relativi al comportamento limitatore dell’alimento (episodio festa universitaria):

Prima della festa: gli studenti universitari limitano la loro alimentazione per evitare calorie extra quando dovranno bere.

Durante la festa: Gli studenti possono provare a limitare le calorie facendo uso di birra leggera o bere bevande light per ridurre al minimo le calorie totali consumate.

Dopo la festa: il giorno successivo, gli studenti che hanno limitato le calorie alimentari per fare spazio a bere calorie spesso fanno troppo esercizio, esagerano o evitano di mangiare totalmente se sentono di non essere riusciti a limitare abbastanza  le calorie prima della  festa o mentre bevono (comportamenti del tutto simili a quelli dell’anoressia nervosa).

Perché il salto dei pasti per la bevanda è una cattiva idea

Limitare il cibo prima di bere non è una buona idea per chiunque in qualsiasi età – non importa se si è adolescenti o no . Il cibo rallenta l’assorbimento dell’alcool. Il livello di alcool nel sangue aumenta più lentamente in presenza di cibo. Soprattutto per le donne, (limitando i prodotti alimentari) possono aumentare la probabilità di avvelenamento da alcol, comportamenti rischiosi, lesioni e coma etilico.

Non avendo cibo in corpo quando si beve ci si può ubriacare più velocemente, aumentano le possibilità di agire comportamenti imbarazzanti o pericolosi.

Altre pratiche rischiose da evitare

L’alcol nei minori: l’alcol può interferire con lo sviluppo normale del cervello e aumentare il rischio di sviluppare un disturbo d’uso dell’alcool, non solo, spesso l’alcol fa da apri pista a sostanze illecite pericolose come la cocaina, guidare un motorino sotto l’effetto dell’alcol potrebbe essere fatale.

 

Miscele di farmaci da prescrizione e alcool

I giovani  che bevono in maniera esagerata, oltre il limite, sono anche più di tre volte più esposti alla probabilità di utilizzare antidolorifici, stimolanti e tranquillanti non medici. E quando i farmaci da prescrizione e l’alcool sono mescolati, questa pratica rischiosa può portare a gravi problemi di salute tra cui sovradosaggio farmacologico, problemi di respirazione, problemi di memoria, problemi cardiaci, danni al fegato ecc.

Conoscere gli effetti dell’alcol sul proprio corpo, conoscere i rischi e le possibili reazioni non è sufficiente a prevenire i danni. Un atteggiamento di minore tolleranza rispetto agli alcolici potrebbe essere un buon deterrente, non perché i figli poi “hanno paura”, ma perché possono riflettere insieme ai genitori relativamente alle condizioni nelle quali mettono se stessi.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando "ACCETTO" permetti il loro utilizzo. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi