Le benzodiazepine, come i sedativi e i sonniferi, sono spesso utilizzate per il trattamento a breve termine di ansia e insonnia.

Mentre l’uso delle benzodiazepine è molto diffuso tra gli adulti è invece difficile stabilire chi le usa in maniera corretta perché correlata alla patologia e chi invece ne fa un uso scorretto o semplicemente ne abusa.

Le benzodiazepine Sono farmaci derivanti dalla Rauwolfia Serpentina una pianta che cresce in diverse varietà in Africa centrale e nell’America centro-meridionale, da cui fu estratto il principio attivo conosciuto come Reserpina, successivamente isolato e riprodotto sinteticamente.

Questi farmaci vanno ad agire sul sistema nervoso centrale producendo un effetto sedativo e in alcuni casi ipnotico, funzionano bene per il contenimento dell’ansia e, in alcuni casi per il loro effetto di stabilizzazione dell’equilibrio psichico. Tendono comunque ad indurre uno stato di rilassamento muscolare e di sonnolenza.

Alcune molecole producono anche senso di disinibizione, grande loquacità ed eccitazione.

Una recente ricerca svolta negli Stati Uniti suggerisce che i disturbi legati all’uso di benzodiazepine sono relativamente rari tra gli adulti che usano, anche se chi inizia ad usarli finisce spesso per abusarne sul lungo periodo.

I ricercatori hanno esaminato i dati di 102.000 adulti che hanno partecipato alle indagini nazionali sull’assunzione di droga e la salute del 2015-2016.

Utilizzando l’analisi dei dati, i ricercatori hanno concluso che il 12,5% degli adulti negli Stati Uniti utilizzava benzodiazepine, il che equivale a circa 30,5 milioni di persone.

È emerso che il 2,1% degli adulti statunitensi in generale ne ha abusato (almeno una volta) e solo lo 0,2% ha soddisfatto i criteri per i disturbi da uso di benzodiazepine.

Tra gli utilizzatori di benzodiazepine, invece, il 17,1% ne abusa e di questi meno del 2% ha avuto disturbi che necessitavano la prescrizione di benzodiazepine.

L’uso di benzodiazepine è stato associato a visite di pronto soccorso, disturbi mentali, ideazione suicidaria e uso di sostanze.

Gli scienziati hanno suggerito che gli adulti che usano le benzodiazepine dovrebbero essere valutati da uno psichiatra, non solo dal medico generico e su base continuativa per una vasta gamma di condizioni mediche psichiatriche e generali.

Questi risultati sottolineano l’importanza di utilizzare le benzodiazepine solo come indicato da uno psichiatra e che questi farmaci da prescrizione non dovrebbero essere ceduti ad altri.

È importante notare che l’uso comune di questi farmaci può aiutare a spiegare il tasso crescente di overdose associato all’uso combinato di benzodiazepine e oppioidi.

I ricercatori hanno anche cercato perché le persone usano male questi farmaci. Tra gli utilizzatori abusanti di benzodiazepine negli ultimi anni, il 46,3% ha riferito che la motivazione per il loro uso più recente era quella di rilassarsi o alleviare la tensione, seguita dall’aiutare con il sonno (22,4%). Circa il 5,7% ha riferito di “sperimentazione” come la motivazione principale per l’uso improprio e l’11,8% ha riferito di usarli per stare su o per mantenere il ritmo imposto dalla società..

I dati hanno anche mostrato che la maggior parte degli utenti abusivi ha ottenuto benzodiazepine da amici o parenti, solo il 20% circa che li ha ricevuti dal proprio medico. L’analisi è stata condotta da scienziati del NIDA e dell’Amministrazione per l’abuso di sostanze e la salute mentale.

Anche in Italia c’è un abuso delle benzodiazepine, non solo in termini di quantità, ma anche perché troppo spesso vengono assunte con o senza prescrizione come panacea di tutti i mali. Questo tipo di utilizzo può facilmente portare ad effetti sgradevoli e ad abuso. Per esempio un paziente potrebbe confondere uno stato di angoscia con uno stato di ansia e pensare di ricorrere all’uso di benzodiazepine in modo improprio.

Il parere del medico in questi casi è indispensabile e ancor più se si vuole assumere uno psicofarmaco sarebbe fondamentale rivolgersi ad uno psichiatra.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando "ACCETTO" permetti il loro utilizzo. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi