Euforia istantanea e nessun danno, o almeno così vogliono vendercela. La nuova bevanda che arriva dagli stati uniti per scalzare la concorrenza dei già ben diffusi (in Europa) energy drink si chiamerà niente meno che «cocaina».

I primi a provarla saranno gli inglesi, ma anche per loro le polemiche non mancano.

Gli effetti sembrano, infatti, essere molto forti e troppo simili a quelli della droga. Il livello tre volte superiore di caffeina rispetto alle altre bevande garantisce una scarica di adrenalina, ma non basta, contiene infatti un ingrediente che rende insensibili gola e denti, proprio come la cocaina.

A parlare dei danni fisici che questi ingredienti possono causare sulle persone e soprattutto sugli adolescenti ci penseranno i medici, quello che vorremmo proporre noi è una riflessione sui reali obiettivi dell’inserire un prodotto di questo tipo sul mercato.

Più che stupire, sconvolgere o ribellarsi alle convenzioni, sembra proprio un tentativo di normalizzare, sdoganare l’approccio e il rapporto con le droghe.

Lontani dal voler accusare le multinazionali di connivenza, sembra però che il tema della droga, di questa specifica sostanza privilegiata dai ricchi, che sembra garantire un miglioramento delle prestazioni e delle competenze relazionali, che fa sentire chi la prova immediatamente meglio, ecco questo specifico argomento sembra essere sicuramente sottovalutato.

La cocaina non fa stare meglio semplicemente perché chi la usa, per definizione, sta male e da solo non ce la fa.

Chi sta bene, chi riesce a raggiungere i propri obiettivi, indipendentemente dal livello di fatica, mai e poi mai penserà di usarla.

Ma se fosse legale e alla portata di tutti, se tutti la usassero allora scatenerebbe, prima ancora della curiosità il bisogno di appartenenza, facendo leva anche sulla voglia di sentirsi più grandi e di trasgredire dei ragazzi

Dopo un po’ sarà talmente normale e incontrollato bere «cocaina», come lo è stato per il mix red bull e vodka (Audra Roemer ricercatrice canadese , ha scoperto che Red Bull e gli energy drink in generale modificano gli effetti prodotti dalle sostanze alcoliche. Invece di andare a casa a dormire, chi beve miscugli di vodka e Red Bull sceglie di restare nei locali e continuare a bere In sostanza questo mix induce a bere) che non sarà più trasgressivo, sarà anzi necessario passare al livello successivo: la cocaina.

Per ora la contestata bevanda è arrivata solo nel Regno Unito, non serve un genio, ma un adolescente sveglio per capire che la si può già, facilmente ottenere ordinandola on line.

Diventa quindi importante parlarne con i figli, ma anche che gli adulti si fermino a riflettere sull’uso e sull’accettazione passiva di questo prodotto sul mercato.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando "ACCETTO" permetti il loro utilizzo. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi