E’ successo a Vimercate, ma potrebbe accadere ovunque.

Una bimba di 10 anni è stata portata al pronto soccorso in seguito ad una crisi dovuta ad eccessiva irrequietezza. I medici, dopo le analisi di rito, hanno scoperto che la piccola ha assunto e non solo una volta, cocaina.

Si tratta di un caso di adolescenza precoce molto preoccupante. A darne la notizia è il primario dell’Asst di Vimercate Antonio Amatulli, che ha supervisionato il caso. 

La bambina è stata ricoverata in una clinica protetta con la collaborazione dei genitori che risultano completamente estranei all’esperienza tossica della figlia, ed anzi si sono immediatamente mossi per capire dove e come la piccola si sia procurata la sostanza. 

Quello che appare immediatamente evidente è l’eccesso di disponibilità e diffusione della sostanza, che ad oggi è sottovalutata nei suoi effetti ed erroneamente vista come una droga meno pericolosa di altre.

E’ evidente l’importanza di una prevenzione sempre più precoce ed efficace, non solo diretta ai ragazzi, ma anche ai genitori. Ma non basta, la prevenzione deve essere svolta da professionisti, non ci si può limitare ad opinioni e ammonimenti.

 

 

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando "ACCETTO" permetti il loro utilizzo. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi