Bevande alcoliche e abuso di droga stanno aumentando tra i consumatori a porte chiuse, avverte un nuovo rapporto di ricerca.

La ricerca evidenzia il crescente problema dell’alcol e dell’abuso di sostanze illecite tra le persone anziane.

Le cifre mostrano che il numero di decessi alcol-specifici nel Regno Unito in persone di 50 anni e oltre è passato da 3.582 nel 2001 a 5.208 nel 2016 – un aumento del 45% negli ultimi 15 anni.

Utilizzando i dati dell’Ufficio per le statistiche nazionali inglese (ONS), il rapporto intitolato «I nostri tossicodipendenti invisibili» afferma anche che le morti legate all’avvelenamento da sostanze negli anziani sono più che raddoppiate negli ultimi dieci anni.

I suoi autori, del Royal College of Psychiatrists, stanno sollecitando i servizi clinici per migliorare la diagnosi, il trattamento, l’istruzione, la formazione, lo sviluppo dei servizi per soddisfare i bisogni delle persone anziane con problemi di abuso di sostanze.

Il problema è sempre più diffuso anche in Italia, anche se i dati di ricerca nazionali risalgono al 2011, a causa della solitudine e della povertà dilaganti.

 

Gli psichiatri consulenti, la professoressa Ilana Crome e il dr. Tony Rao, autori dello studio della Cambridge University (http://www.cambridge.org/ ) hanno dichiarato: «Nel 21 ° secolo, l’abuso di sostanze non è più limitato ai più giovani ». Le persone sono poco informate sulla relazione tra abuso di sostanze e rischi per la salute nei soggetti anziane.

È necessario un approccio chiaro e coordinato per affrontare un problema che è destinato ad aumentare ulteriormente nel corso dei prossimi decenni.

La professoressa Helen Stokes-Lampard, presidente del Royal College of Gps (http://www.rcgp.org.uk/ ) , ha incoraggiato tutti a limitare l’assunzione di alcol, secondo le norme di buona salute, a 14 bicchieri a settimana, con almeno due giorni di astinenza alla settimana.

È allarmante vedere un aumento così considerevole delle morti legate all’avvelenamento da sostanze nelle persone anziane e mette in evidenza i pericoli reali dell’alcool e dell’uso di droghe.

Se l’alcol è sicuro, quando assunto con moderazione, è anche importante essere consapevoli delle abitudini alcoliche tra le mura di casa, in privato, in quanto può essere più difficile tenere traccia esattamente di quanti bicchieri si stanno bevendo, soprattutto se non si ricorre a misure standard (bicchieri o bottiglie) e controllate.

Se si nota che sta diventando un problema, che le quantità sono oltre il limite consigliato, si dovrebbe essere onesti con se stessi o con i propri cari e cercare aiuto per limitare l’assunzione di alcol