Uno studio pubblicato di recente sul Journal of American Medical Association ha verificato come i fumatori di sigarette avrebbero reagito al passaggio a sigarette con bassi livelli di nicotina.

La dipendenza da nicotina è molto diffusa e difficile da debellare. Negli Stati Uniti è stato pubblicato un nuovo studio per capire come facilitare la riduzione e la cessazione di questa dipendenza

Gli scienziati NIDA ( National Institute on Drug Abuse) hanno svolto uno studio su 1.250 fumatori in 10 siti negli Stati Uniti. I soggetti sono stati separati in due gruppi, quelli di riduzione immediata del livello di nicotina e quelli a riduzione graduale.

Ai partecipanti è stato chiesto di tenere un diario preciso del loro uso di sigarette, supportato da test delle urine per confermare l’uso.

I soggetti del gruppo di riduzione immediata (sigarette con un livello minimo di nicotina) hanno mostrato una maggiore riduzione dell’esposizione al fumo, una maggiore riduzione della dipendenza e più giorni senza sigarette.

In sostanza se nelle sigarette normalmente vendute venisse ridotta in maniera importante la quantità di nicotina, questo favorirebbe la riduzione della quantità di sigarette fumate in un giorno e anche la totale cessazione dell’uso.

Questi dati suggeriscono che la regolamentazione che richiede un’immediata riduzione della nicotina (proposta in Usa) nelle sigarette può comportare maggiori benefici per la salute rispetto a una politica di riduzione graduale.

Il dato ci riguarda da vicino soprattutto perché la maggior parte delle marche di sigarette vendute in Italia e consumate dai più giovani sono di provenienza statunitense.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando "ACCETTO" permetti il loro utilizzo. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi